Giuseppe Pace

Giovanni Pace

membro accreditato

logo AMPI

Logo Accademia Maestri Pasticceri Italiani

A quattordici anni ha già le idee chiare sulla sua professione. Frequentando sempre più assiduamente la pasticceria del padre a Palermo, Giovanni Pace acquisisce ben presto le basi e un’impostazione mentale vocata alla corretta organizzazione in laboratorio.
Tra i suoi maestri figurano i più importanti nomi della pasticceria italiana e non solo: Achille Zoia, Luigi Biasetto, Pascal Brunstein, Luca Caviezel, Pino Scaringella, Luca Mannori, Pierre Hermé, Frederic Bau, per citarne alcuni.
Dalle paste lievitate alle torte moderne, dalle prime colazioni al bilanciamento delle miscele, e ancora dal cioccolato alle confetture e canditure, sono solo alcune delle specializzazioni acquisite nel corso della sua professione. Grazie allo stage presso la Pasticceria Veneto di Iginio Massari affina la sua conoscenza sul lievito naturale e il suo utilizzo nelle più svariate preparazioni. Il tirocinio gli aprirà le porte della Pasticceria Villabella a New York dove assume il ruolo di responsabile del reparto lievitati e prime colazioni.

Nel 2000 torna a Palermo, la sua città natale, dove assume il ruolo di responsabile di laboratorio nella rinomata Pasticceria Accardi e docente esterno dell’Istituto alberghiero. Instancabile, negli stessi anni, si perfeziona nella preparazione di cioccolatini e Bon Bon a L’École du Grand chocolat Valrhona a Tain – L’Hermitage, Lyon, in Francia.

Nel 2002 ricopre diversi incarichi dalla Costa Smeralda a Palermo e dal 2006 è accademico presso l’Accademia Maestri Pasticceri Italiani (AMPI). In occasione del Simposio dell’AMPI a Palermo, il maestro Giovanni Pace vince la medaglia d’oro per il miglior tavolo nell’armonia degli elaborati in zucchero, con tema l’arte e la cultura nella tradizione siciliana.

Nel 2012 accetta l’incarico di responsabile di produzione alla Pasticceria Palazzolo di Cinisi, e dal 2016 è Direttore e coordinatore della MAG curando, inoltre, tutta la fase di start up dell’accademia.